Cnr - Istituto di Biofisica (IBF)
L'Istituto di Biofisica del Cnr nasce dall'aggregazione di cinque preesistenti strutture Cnr distribuite sul territorio nazionale (Palermo, Pisa, Genova, Milano e Trento) e caratterizzate da una vasta gamma di attività di ricerca aventi come principale comune denominatore l'applicazione dei metodi e delle tecniche di indagine propri delle scienze fisiche allo studio dell'organizzazione, della struttura e dei meccanismi di funzionamento dei sistemi biologici. Un'attività corollaria significativa è dedicata anche allo studio, ancora con metodologie fisico-chimiche, dell'impatto di fattori ambientali, sia antropici che non, sugli ecosistemi. Le spettroscopie ottiche e magnetiche, le micro- e nano-scopie, la modellistica molecolare basata su calcoli di meccanica statistica e quantistica, l'elettronica strumentale interfacciata a sistemi digitali di stimolazione e registrazione di segnali elettrofisiologici, lo sviluppo di software per l'analisi di segnali e per l'elaborazione di loro modelli interpretativi, sono alcuni esempi di tecniche per lo studio dei sistemi e fenomeni biologici che hanno permesso in molti casi di passare dalla descrizione qualitativa delle strutture macro e microscopiche degli esseri viventi, e dei processi vitali ad esse correlati, all'individuazione dei meccanismi molecolari che ne stanno alla base.