Università degli Studi di Perugia

Dalla rana al foglio di grafene (passando per le zampette del geco)

43 43 people viewed this event.

Si parlerà dell’attività scientifica e delle scoperte di Andre Geim, scienziato di origine russa ma in servizio da un paio di decenni presso l’Università di Manchester, che è l’unico ad aver vinto sia il prestigioso premio Nobel per la fisica (nel 2010 per le ricerche relative al grafene) che il premio IgNobel, quello alla scienza ‘da ridere’, assegnato dalla rivista Annals of Improbable Research e dall’università di Harvard. L’IgNobel, è un riconoscimento che viene assegnato ogni anno a dieci ricercatori autori di ricerche “strane, divertenti, e perfino assurde”, quel tipo di lavori improbabili che “prima fanno ridere e poi danno da pensare”.  Del resto, la storia della scienza è piena di scoperte importanti avvenute un po’ per caso o comunque involontariamente mentre magari si cercava qualcosa di diverso.  Ebbene, Andre Geim vinse l’IgNobel nel 2000, insieme con Michael Berry, per aver fatto levitare una rana viva grazie a un forte campo magnetico. L’esperimento servì a confermare la teoria cheè sempre possibile trovare un punto di equilibrio tra la forza di gravità e la repulsione magnetica che si sviluppa in un corpo diamagnetico esposto ad un forte campo magnetico esterno. Più tardi, prima di occuparsi del grafene, il materiale del futuro, Geim si dilettò anche nel fabbricare un nastro adesivo che mimasse le proprietà di adesione delle zampette, micro e nanostrutturate, di un geco.

A cura di: Giovanni Carlotti

 

Data e ora

2023-05-25 @ 10:30 to
2023-05-25 @ 13:00
 

Tipologie di evento

 

Categoria dell'evento

Share With Friends